#Bonelli=Fumetto

15 Ago

Se dici Bonelli, dici fumetto.
La storica casa editrice milanese ha di recente compiuto settant’anni.
Impresa ardua e complessa raccontare l’incredibile e straordinaria vicenda della Bonelli, raccontando i suoi successi e le innumerevoli innovazioni susseguitesi nel corso degli anni.
Grandi trionfi aziendali, centinaia di migliaia di copie mensili vendute, una solida e consolidata vena creativa nelle penne dei suoi straordinari artisti.
Ad iniziare dal capostipite e “padre” di tutti gli altri, vale a dire lo stesso Gianluigi Bonelli, che rilevò la testata L’Audace negli anni ’40 e diede vita alla Bonelli, creando tanti personaggi immortali che sono ormai entrati nella storia del costume e della cultura italiana.
Proprio lui diceva: «le avventure di Tex io le vivo, e se non le sento resto fermo davanti alla macchina da scrivere per due o tre giorni», rivendicando tutto l’amore che infondeva nelle sue creazioni.
Stesse parole riecheggiate da un altro grande autore bonelliano, Tiziano Sclavi, creatore di Dylan Dog: «proprio perché gli vengono, da chissà dove, delle idee, che un ragazzo, invece di andare a giocare, si mette a scrivere».
Recentemente a Roma è stata realizzata una bellissima mostra, organizzata nelle sale del Palazzo Incontro, dove Bonelli è stato raccontato attraverso le grandi storie e i leggendari personaggi delle sue serie. da Tex a Dylan Dog, fino ad arrivare a Dragonero e Gli Orfani. Oggi la Sergio Bonelli Editore è la casa editrice di fumetti più importante d’Italia, dal punto di vista creativo che economico, e  il nome Bonelli racchiude la storia di tutto il fumetto italiano
Grandi spinte innovative e audaci scommesse, che hanno avuto una svolta epocale tra gli anni ’70 e ’90, quando è avvenuto il passaggio tra la Bonelli “tradizionale” alla nuova Sergio Bonelli Editore.
Dal mitico e legendario Tex, pubblicato ininterrottamente da oltre sessant’anni, il più longevo personaggio dei comics in Italia e, insieme a Batman e a Superman, uno dei più longevi a livello mondiale, popolare coma la Ferrari e la pizza, prodotti tipici e noti targati Italia, il pistolero ironico, grintoso, antirazzista e nemico di tutte le ingiustizie, difensore dei più deboli, Tex è stato sempre fortemente antirazzista, cosa veramente straordinaria per un personaggio nato nel 1948; la sua Frontiera non è però quella degli spaghetti-western, ma quella del western classico di John Ford e John Wayne.
A creare il suo mito furono la mente dello stesso Gianluigi Bonelli e la matita del grande Aurelio Galeppini (in arte Galep).
Proseguendo questo viaggio occorre citare anche Zagor, “lo Spirito con la Scure“, che combatte le ingiustizie e mantiene la pace nell’America del XIX secolo. Figlio di un ufficiale ritiratosi a vita privata, vede morire i suoi genitori per mano di una banda di indiani Abenaki. Allevato dallo strano filosofo Wandering Fitzy, cresce desiderando la vendetta. Ma quando scopre che anche il padre era un feroce sterminatore di indiani, comprende la relatività del Bene e del Male. Da quel momento è sempre dalla parte degli oppressi e viene mitizzato dagli indiani, che lo credono uno spirito immortale, mentre i bianchi lo rispettano perché lo temono.
E poi uno dei fenomeni degli anni ’80 targato Bonelli. Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo, personaggio creato dal romanziere Tiziano Sclavi. Nelle sue avventure si alternano l’horror tradizionale, i mostri classici, lo splatter, il giallo, il surreale e il fantasy, trattati sempre con un alto tasso d’ironia che lo ha elevato, nel tempo, a sophisticated horror comedy.
Grazie a questi ingredienti Dylan Dog è diventato un fenomeno non solo commerciale (è arrivato a vendere un milione di copie mensili), ma anche di costume, unendo per la prima volta fumetto d’autore e fumetto popolare, osannato dal pubblico e dalla critica.
L’ex agente di Scotland Yard, ex alcolista e grande seduttore, conta all’attivo 2 film ispirati a lui (Dells Morte dell’Amore, ita 1994; Dylan Gog – il film, usa 2010).
Attraverso i personaggi di Bonelli si percorre un viaggio straordinario in un mondo di fantasie e creatività offerto da una delle realtà aziendali più importanti dell’editoria italiana.

Immagine

#Simone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: