#NeResteràSoltantoUno

11 Set

“I conservanti non sono gli unici responsabili della resistenza alla muffa dell’Happy Meal”, afferma Marion Nestel, direttrice del programma di ricerca sul cibo della New York University. Scrive che McDonald’s “deve usare un’enorme quantità” di propanoato di sodio per prevenire la crescita di batteri e muffe.

Prende come esempio le patatine fritte, la cui resistenza è stata provata più volte, le quali contengono acido citrico come conservante. Tuttavia un fattore ancora più fondamentale potrebbe essere costituito dai grassi che contengono. Circa il 50 per cento delle 250 calorie contenute in una piccola confezione di patatine provengono dai grassi. “Tutto quello che ha un’alta percentuale di grassi è poco umido” ha detto Barry Swanson,  professore del dipartimento di scienza del cibo della Washington State University. E una bassa umidità significa meno spazi di crescita per la muffa. Sono più croccanti e sottili delle patatine normali, il che significa che la loro superficie è sottoposta a una quantità di calore più alta che uccide gli agenti patogeni e riduce l’acqua. Le patatine del McDonald’s sono inoltre coperte con un delizioso e sottile strato di sale, un materiale che è stato usato come conservante naturale per millenni.

Nessuno stupore se alcuni lo utilizzano come “elisir di lunga vita”.

 

#Giampaolo

Immagine

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: