#JesúsMalverde

20 Set

Immagine

A ciascuno il suo santo, narcotrafficanti inclusi. Direte:- “Non è possibile!”. E invece sì. Basta recarsi  nello stato messicano di Sinaloa e chiedere del santuario di Jesús Malverde.

Ogni anno vi si recano migliaia di devoti, attratti dalla leggenda legata a questo personaggio popolare, che tuttavia secondo gli “infedeli” neanche è realmente insistito.

Stando ai racconti popolari Jesús era un bandito che derubava i ricchi e poi distribuiva la refurtiva ai poveri. Suo padre era morto di fame, vittima degli abusi dei latifondisti.

Da ciò scaturì la sua decisione di diventare un malavitoso, non senza aver provato prima alcuni lavori insoddisfacenti. Sarebbe morto nel 1909, ma sulle circostanze di tale evento esistono diverse versioni dei fatti.

Secondo quella più diffusa, dopo esser stato colpito da un proiettile, durante uno scontro con i tutori della legge, Malverde, conscio di non poter sopravvivere, sopportò il dolore,  chiedendo ad un suo compagno di consegnarlo alle autorità, che su di lui avevano messo una taglia, a patto che poi questa fosse distribuita ai poveri.

Come accennato in partenza, la protezione più controversa che gli si attribuisce  è quella verso i narcotrafficanti, o comunque verso chi è legato a tale attività illecita. Ce n’è poi una seconda.

Da Malverde si recano infatti anche gli emigranti che hanno intenzione di entrare illegalmente negli Stati Uniti e per conseguenza la protezione del santo è estesa anche ai loro familiari che rimangono in Messico.

Ma attenzione, ricordiamo che fra i devoti/curiosi/appassionati di Malverde non ci sono solo “bandidos”, bensì politici, impresari, pescatori, artisti, sportivi, ecc. che per uno o più motivi si recano in pellegrinaggio a Sinaloa.

Chiaramente tutto ciò non è sufficiente a far sì che la Chiesa cattolica  gli riconosca lo status di Santo e almeno per il  momento, supponiamo che la situazione rimanga tale.

#Silvia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: