#LeBellePubblicitàDiUnaVolta

5 Dic

Spesso molte pubblicità che a primo impatto possono sembrare simpatiche e innovative, oltre che geniali, vengono censurate.

In Italia le regole in merito sono imposte dallo IAP, l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, all’interno del Codice della Comunicazione Commerciale.
Una delle regole nel nostro Paese recita che “la comunicazione commerciale deve essere onesta, veritiera, e corretta. Essa deve evitare tutto ciò che possa screditarla”.
Una regola cui si è arrivati dopo qualche pubblicità che può avere destato scalpore ferendo il (non) comune senso del pudore.

 Image


Restano comunque nella storia della pubblicità alcune storiche locandine che paradossalmente adesso non potrebbero proprio esser messe in mostra sui media.
Pubblicità che oggi, probabilmente, non passerebbero il test di ammissibilità.
Sessismo, razzismo, fumo, droghe, ammiccamenti alla pedofilia, e stereotipi vari.
C’è davvero tutto nel campionario pubblicitario degli anni ’50-
60-’70, la cui libertà sembra esser stata più ampia di quella attuale.

 Image

“è bello avere una ragazza in casa”

Image

“perchè tua mamma non ti lava con il sapone Fairy?”

Image

“prima che mi rimproveri, mamma.. forse dovresti accenderti una Marlboro”

Image

“pasticche alla cocaina per il mal di denti”

Image

“soffice come un bebè. perchè l’innocenza è più sexy di quanto pensi”

Image

“più ci giochi, più diventa duro”

Oliviero Toscani, fotografo italiano, grazie alle sue immagini realizzate per Benetton è stato attivo per evitare che il (finto) perbenismo del nostro paese inghiottisse la creatività.
Toscani fu comunque criticato ripetutamente per i suoi metodi pubblicitari di shockvertising, tanto da esser stato citato in giudizio più di una volta.

 Image

Considerando tutti i fatti di cronaca (e quant’altro) che si sono susseguiti negli ultimi decenni, ora probabilmente l’occhio leggerà in maniera differente queste immagini, causa retaggi e influenze che aggiungono malizia a questi disegni.

E comunque la malizia, quasi sempre, è insita negli occhi di chi guarda…

Annunci

Una Risposta to “#LeBellePubblicitàDiUnaVolta”

  1. michiamoblogjamesblog dicembre 5, 2013 a 10:30 am #

    bello questo post…io la pubblicità la odio e odio i messaggi che veicola…però è bello vedere delle campagne politicamente scorrette!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: